Il Progetto

L’idea di proporre un percorso formativo specialistico di Esperto di management per la cultura nasce dalla reale necessità, da parte dei soggetti attuatori del progetto “Il Mondo di Federico II”(Comunità Montana Alto Basento e Comune di Avigliano), di disporre di risorse professionali altamente qualificate a cui affidare la gestione delle attività di valorizzazione turistica e culturale del nuovo ed innovativo attrattore, di promuovere e commercializzare il “prodotto” culturale.

Pertanto, l’obiettivo della presente proposta progettuale è la costituzione di un’impresa, una cooperativa che possa assicurare lo sviluppo delle attività di promozione, la gestione dei flussi dei visitatori, l’organizzazione di eventi culturali, contribuendo alla valorizzazione turistica e culturale del nuovo attrattore, allo sviluppo turistico ed economico dell’area.

La realizzazione dell’ambizioso progetto “Il Mondo di Federico II”, finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro tra Regione Basilicata e Ministero per i BB. CC., ha consentito di consegnare alla regione un nuovo grande attrattore, un centro di eccellenza storico-culturale, che potrà favorire la valorizzazione turistica del Castello e dell’intero territorio regionale.

Pertanto, il percorso formativo, oltre a rispondere ad una domanda reale di professionalità a cui affidare la gestione delle attività del nuovo attrattore culturale di Lagopesole, consentirà ai partecipanti di scegliere tra due alternative: costituire un’impresa, una cooperativa nel settore turistico-culturale, avendo una reale prospettiva occupazionale, o proporre la propria professionalità su un mercato più ampio.

I fabbisogni di competenze e professionalità correlate al Corso risultano fortemente legate alle attività che la figura professionale dovrà svolgere e al carattere multidisciplinare delle stesse. Infatti, le attività ed i processi che dovrà gestire riguarderanno, prevalentemente, l’individuazione delle caratteristiche del mercato di riferimento del bene da promuovere, la definizione della politica d’immagine del bene e delle strategie di promozione, individuando modalità innovative di fruizione dello stesso, la definizione dei piani di accoglienza del pubblico, la promozione e organizzazione di percorsi turistici rivolti a diversi target (turisti, scolaresche, studiosi, etc.). Le attività proprie della figura professionale richiedono l’acquisizione ed il consolidamento di conoscenze e competenze diversificate e multidisciplinari e riguardanti la conoscenza del patrimonio culturale e del bene oggetto di valorizzazione, del sistema turistico e delle relazioni con quello culturale, delle tecniche di marketing territoriale e culturale, dei principi di economia della cultura e dei principali elementi di diritto e legislazione dei BB. CC., delle nuove tecnologie per una migliore e più efficace fruizione dello stesso. Le competenze riguarderanno la capacità di progettare e promuovere un prodotto/evento culturale, rivolto a differenti target, di crearne l’immagine ed individuarne i canali per la comunicazione e la commercializzazione, di gestire le relazioni interne ed esterne al gruppo di lavoro, i gruppi di visitatori, anche stranieri, accompagnarli nel percorso di visita, utilizzando tecniche di narrazione che siano in grado di emozionare, di riportare il visitatore in un tempo lontano ed attraverso una contestualizzazione storica corretta, di comunicare in modo efficace gli eventi e le iniziative culturali, di organizzare il lavoro per obiettivi, di gestire un’impresa, avendo acquisito gli strumenti operativi e cognitivi, dall’individuazione dell’idea imprenditoriale, al suo sviluppo, alla promozione, alla predisposizione del business plan. L’esperto di management per la cultura dovrà essere in grado di valorizzare, in chiave imprenditoriale, i fattori di attrattiva culturale presenti sul territorio ai fini del loro inserimento in prodotti turistici integrati da progettare, posizionare ed offrire al mercato.

 

Comments are closed.